La ballerina


Amazing and beautiful poetry shared.

marcellocomitini

Nina Captsova (immagine mia)

Nelle luci che si spengono
i fregi d’oro alle pareti
le tante braccia del lampadario di cristallo
si trasformano in piombo e gesso
Si acquieta il brusio delle voci.
Gli affreschi leggiadri del soffitto
si disfano in nuvole informi.
Visi occultati – c’è anche il mio, buio
più del buio come una nuvola
dentro il mio animo –
attendono nel buio del teatro
che dal fondo della sala emergano
la musica
l’armonia della danza
il sentimento di dolce abbandono.
E tu appari con passi lievi
mia danzatrice taciturna
sorridendo spavalda
agli sguardi di volti sconosciuti
che t’invitano a dimenticare
le tue notti insonni e la mia voce
che invoca “ti amo”.
Dall’alto d’un invisibile firmamento
stelle lucenti svelano il tuo corpo
fanno morbido il tuo costume
bianco, inaccessibile
come il calice che cinge il fiore
o quando stretta al mio petto
dici “sei la mia…

View original post 189 more words